Intrippi mentali.

14 Set

Ieri notte verso le tre del mattino mentre cercavo di dormire ho avuto l’illuminazione. E quello che sto per chiedervi è: vi è mai capitato di intripparvi??

Forse prima dovrei spiegare il significato che ha questa parola per me. Mi spiego; per me intripparsi vuol dire concentrarsi talmente tanto su qualcosa/ qualcuno da non smette quasi mai di pensarci. Quel qualcosa/ qualcuno ha attirato la nostra attenzione, e diventa una specie di forte fissazione passeggera.

Il mio primo intrippo, o almeno il primo che ricordo, è stato durante gli anni delle scuole medie. La mia attenzione è stata catturata da un cartone giapponese che non avevo mai visto, ne mai sentito nominare. Dopo aver visto tutta la serie a velocità record, ricordo che alcuni episodi erano in lingua originale sotto titolati in lingue a me sconosciute, quindi spesso mi concentravo sul linguaggio del corpo per interpretare al meglio la storia. Ho, poi, fatto diverse ricerche riguardo al cartoon: chi erano i disegnatori, in che paesi era trasmesso, a cosa si è ispirato il suo creatore, faranno il film ecc. La mia fissazione, in sintesi, è durata circa alcune settimane.

Nel corso degli anni si sono susseguiti altri intrippi: quello di Harry Potter ( anche se non so se conta visto che era un fenomeno di massa); sulla magia nera e riti esoterici (bestie di satana, messe nere, pratiche voodoo..); su alcuni manga; l’intrippo sui suicidi o morti misteriose (Kut Cobain, J.F. Kennedy, Jim Morrison, Elvis, Merilyn…).

A questo punto vorrei precisare che le mie erano/ sono solo ricerche; non ho mai pensato davvero al suicidio ( non avrei mai le palle di spararmi in testa), o a fare riti strani, come non ho mai pensato che dietro il muro della stazione di kings cross di ci fosse davvero una locomotiva diretta a Hogwarts.

Quest’anno, per fortuna o per sfortuna, non ho avuto temo di distrarmi (anno della maturità). O magari niente ha attirato la mia attenzione. Non saprei.

Fino a quest’estate quando per caso ho sentito parlare del mostro di Firenze, e dei compagni di merende. Un gruppo di anziani che tra il 1968 e il 1985 hanno terrorizzato le periferie del capoluogo toscano. Non entro nei dettagli la storia è piuttosto lunga e articolata. Ma il mio interesse era tale che, non so come, mi sono sorbita più di 4 ore di filmati riguardanti il processo di questi uomini. Senza contare tutti gli articoli di giornale, e le testimonianze che ho letto; insomma tutto quello che offre Google.

Perché questo post ora? Bé qualcosa di nuovo ha attirato la mia attenzione. Non so se diventerà un intrippo o è solo normale curiosità vedremo. Comunque sia riguarda il mondo della droga e più in generale il tanto famigerato Krokodil. Siete curiosi di sapere cos’è eh?? http://it.wikipedia.org/wiki/Desomorfina

Ora vi starete ponendo alcune domande sul mio conto del tipo:

1) Ma S. avrai moltissime informazioni e hai scoperto parecchie cose con le tue ricerche?!

2)Come fai a smettere di ossessionarti?

3)Ma durante questi intrippi conduci una vita normale?

Risposte:

1) No non ho molte informazioni, Google offre sono il materiale di “base”, e purtroppo non sono hacker e non posso infiltrarmi nei file della polizia. Onde per cui non ho scoperto nulla che il resto del mondo già non sapesse. In più non sono il nuovo Sherlock Holmes non ci arriverei mai a scoprire o anche solo intuire, qualche dettaglio in più.

2) Smetto quando mi stanco. Ciò avviene abbastanza presto a causa della mia incompetenza a investigare, e quindi rinuncio.

3) Sì, la mia è comunque una vita normale, esco, mangio, faccio la spesa, ecc..

Tornando a voi, ora che avete capito ciò che intendo. Vi siete mai intrippati?

Annunci

6 Risposte to “Intrippi mentali.”

  1. Beaaaaa settembre 14, 2012 a 11:04 am #

    io non uso il termine intripparsi, ma ancora peggio, il termine “MANIA”.
    Un giorno addirittura mi sono messa a scrivere su un foglio tutte le manie che ho avuto e fidati che erano tantissime. Donnie Darko ad esempio, ho fatto tante di quelle ricerche che non hai idea, mi sono stampata anche il libro di nonna morte, oppure mi ero fissata con la fobia di svegliarsi dentro la bara (cosa che è nata da edgar allan poe, era il primo che si cagava addosso haha), per non parlare di: manga, giappone,COLORI, esercito, film, attori, manicomi abbandonati(quello di aguscello poi ho visto mille filmati, mille foto haha), ospedali abbandonati, la tavola degli spiriti (che ho pure provato, non te la consiglio).
    Quando a scuola abbiamo visto il film L’Onda (che avevo già visto oltretutto), ho iniziato a leggere un sacco di roba al riguardo e ho scoperto anche di un esperimento che hanno fatto e che poi ho spiegato anche a scuola. Ma poi ci sono le cose anche più serie, come tutte le leggi sui clandestini, o la legalizzazione della canapa (e droghe leggere in generale).
    Per quanto riguarda le morti inspiegabili di personaggi famosi, uno che conosco mi aveva detto un sito paurosissimo e c’erano anche le foto degli artisti, quando sono stati ritrovati morti (ho visto la foto di kurt cobain con la faccia spappolata, la monroe che sembrava na vecchia matta) hahahahhahaha
    ecco ho finito ma potrei andare avanti all’infinito.XD

    • anitaliangirl settembre 14, 2012 a 3:06 pm #

      Cazzo anche io voglio vedere quel sito sui personaggi famosi morti!!!

  2. V. settembre 14, 2012 a 11:07 am #

    Un sacco di volte! E condividiamo anche un trip,quello per Kurt Cobain! 😉

  3. samantagiambarresi settembre 14, 2012 a 11:43 am #

    Sono un’intrippata cronica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: