Ancora una volta

17 Giu

Ho la pancia gonfia, la testa annebbiata, le membra stanche. Non posso più fare la giovane e andare a mangiare alle 10:30 e stare a tavola per due ore. Queste sono cose che se hai una certa età non le puoi più fare. Giada annuisce con la testa, anche lei con la pancia piena; entrambe siamo sedute nell’auto di Andrea che nel frattempo sta parlando con Fabio forse di calcio, o di auto.. Non presto attenzione.

Ecco i saluti. Gli abbracci.

“Quando hai l’esame?”

“11 Luglio…”

“Allora ci possiamo vedere prima!”

Ora voglio solo stendermi a letto.

Non sono più abituata a dormire da sola. Vivere a Trieste con Andrea ha cambiato le mie abitudini, e ora che sono di nuovo a casa e non lo sento dormire vicino a me… non so, mi agita.

Per questo per una notte Andrea mi porta a casa sua, ci intrufoliamo silenziosamente nella camera , come facevamo le prime volte; ci buttiamo nel suo lettino, che profuma di un odore che quasi non ricordavo più e che ora non sembra nemmeno più appartenergli.

La mia pancia fa dei rumori strani: è la digestione, Andrea ridacchia e mi avvolge in un tenero abbraccio. Io, con indosso la sua maglia blu, mi accoccolo sul suo petto e chiudo gli occhi.

E mi sembra tutto perfetto; io e lui.

passion

S.

Annunci

3 Risposte to “Ancora una volta”

  1. ylian89 giugno 17, 2013 a 6:02 am #

    che avventura 🙂

  2. semprevento giugno 17, 2013 a 6:56 am #

    ..e lo è, perfetto!
    v.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: