Archivio | 3:23 pm

Questione di geni

29 Lug

Non ha importanza se la data era fissata da tempo; non importa se si prepara ore prima; non importa se ha organizzato tutto in precedenza; non importa se nella sua testa ha una scaletta rigida che pensa di poter rispettare.

Per quanto ce la metta tutta…  Il ritardatario non arriverà MAI puntuale!

alice-in-wonderland-white-rabbit2

Ritardatario ci nasci, e impari a convivere con questo Handicap così come impareranno le persone con cui avrai dei contatti lavorativi o sentimentali ecc.

Di solito è ereditario, c’è se i tuoi sono ritardatari tu mettitela via che tanto ce l’hai nel sangue. E poco importa se ti sposi con uno svizzero che è cofondatore della Swatch, tu in orario non ci arrivi.

Io so che elementi che soffrono di questo disturbo (perché lo è!) innervosiscono non poco le cosidette personcine puntuali.

Ma posso garantirvi (in quanto affetta da questo gene, che ormai è presente nella mia famiglia da generazioni) che non lo facciamo con cattiveria, o perché godiamo nel farvi aspettare ore che so sotto il sole.

Vorrei in tal proposito aprire una parentesi. Andrea scusa non era mia intenzione farti aspettare ore e ore da solo in spiaggia durante i nostri primi appuntamenti; ahn e scusa anche per quando mi vieni a prendere, avvisandomi dell’orario in anticipo, ma costantemente dopo anni ancora ti ritrovi ad aspettarmi in macchina. Ti faranno Santo me lo sento!

Comunque tornando a noi dicevo, che non è che la causa del ritardo sia sempre dovuta a una maldestra organizzazione del tempo; certo può capitare, come possono capitare gli incidenti ecc.

Ma la cosa più assurda è come quando uno si organizza giorni prima, magari inizia a preparasi per un uscita ore prima, eppure non arriva in orario. Il punto è che è inutile prepararsi prima perché tanto il ritardatario:

A) verrà sicuramente distratto; dal programma in tv che non ha mai visto; dal tempo ( che è sempre un classico); dalla notifica di qualche social network che poi ti accorgi che sei su facebook da un’ora e sei finito non so come a vedere se esiste un certo Marco Zurlan che forse abita a Foggia, e forse è amico di infanzia di tua zia.

B) é troppo sicuro delle sue potenzialità. Sì perché noi siamo conviti di poter fare quello che le comuni persone fanno in un ora, in 20 minuti scarsi. Che metti per assurdo che non ti distrai, è comunque materialmente impossibile. Eppure i ritardatari si autoconvincono che si loro ce la faranno, che il problema non sussiste. C’è TEMPO!

In ogni caso non mi sembra la fine del mondo.

Meglio tardi che mai.

Saluti

S.

P.S. Se siete ritardatari cronici lasciate perdere le scuse, lo sanno tutti che non c’era nessun incidente e che non è venuta a trovarvi vostra nonna!

Annunci