Archivio | agosto, 2014

Jesolo: l’inferno in terra.

6 Ago

Signore e signori Jesolo è lieta di presentarvi… CODA.

Coda il weekend, coda il lunedì, coda anche il martedì, coda con il sole, con la pioggia, coda al supermercato, in spiaggia, sui marciapiedi.

CODAAAAAAAAAAAAA.

Se non avete mai sentito parlare di Jesolo, fa nulla, anzi tanto meglio per voi. Ma dovete sapere (giusto per capire il post) che questa cittadina di mare in provincia di Venezia, di circa 25.690 abitanti d’estate accoglie circa 1.055.643 turisti.

Dove la mettiamo tutta sta gente?!?!? Boh non l’ho ancora capito.

Da Maggio fino ai primi di Agosto orde di tedeschi, austriaci, russi, e inglesi si spiaggiano sul nostro lungo mare. Il turismo straniero è accettabile sebbene i calzini con i sandali, sebbene il fatto che non sappiano usare le posate, sebbene facciano le rotonde 6 volte perché non capiscono i cartelli, sebbene il loro colorito viola dopo 15 minuti al sole con protezione 50, la loro lingua ruvida e incomprensibile, ecc; impari a sopportarli, e perfino ad apprezzare i loro bei portafogli gonfi.

Ma ad Agosto la situazione cambia. Ad Agosto è proprio la fine. Ogni jesolano sa che questo è il mese peggiore dell’anno. In questo mese i crucci lasciano il posto ai nostri compaesani.

Io lo chiamo il mese del turismo ignorante.

Dovete sapere che l’italiano medio che viene in vacanza a Jesolo si prefigge uno scopo ben preciso durante la sua permanenza qui: spendere il meno possibile, e svangare i coglioni ai residenti il più possibile. Questa tipologia di turisti si porta da casa cibo, materassi, wc; tutto praticamente. C’è voglio dire vieni a casa mia, parcheggi SOLO sui divieti di sosta, i tuoi bambini urlano come indemoniati per strada, tua moglie starnazza qua e la, fai un accampamento in riva al mare tra tende, ombrelli, tavoli e chi più ne ha più ne metta; e TU mi vuoi dire che non ti compri manco un cazzo di gelato?!?! Ok che c’e crisi ma noi che vi ospitiamo mica guadagniamo grazie alle scorregge che mollate in via Bafile.

Come se non bastasse, c’è anche di peggio: il turismo dei giovani. Detti anche “turbofioi”  il tasso di tamarrosità di questi ragazzi, tra i 15 ai 30, supera di gran lunga quella dei componenti del geordie, jersey e gandia shore messi assieme. I turbofioi con le loro auto modificate e la musica dance del momento sparata a mille, non vedono l’ora di passare le vacanze a Jesolo per poter vomitare in piazza Mazzini, urlare alle 5 del mattino, rubare (da ubriachi) biciclette perché il taxi costa troppo, stravaccarsi in spiaggia a tutte le ore del giorno e della notte a dormire, bivaccare, vomitare ancora, fare bunga bunga.

Sfortunatamente io sono nata e vissuta in questo inferno. Però da Ottobre a Marzo Jesolo è fantastica!

Comunque come si dice…. Se non puoi batterli unisciti a loro.

Quindi ecco la mia compilation ignorante:

– No stress, Laurent Wolf.

– una a caso di Avicii.

– Una a caso di David Guetta.

– Una a caso degli Eifel 65.

– Una a caso di Gabry Ponte.

– Saturdy night, Whigfield.

– No Limit, 2 Unlimited.

– Cotton eye joe, Rednex.

– Discovery channel, Bloodhound gang.

 

Potrei continuare per ore, ma vi risparmio. Anzi scrivete voi qui sotto le canzoni più tamarre che conoscete!

Saluti

S.

 

P.S. A breve pubblicherò foto ignoranti del mio viaggetto a Londra.

Annunci