Archivio | ottobre, 2014

Diverso è sbagliato.

21 Ott

Sono impegnata, indaffarata. Ma questo post, che sarà breve, DEVO scriverlo.

Diversi mesi fa venni a conoscenza di un ragazzo della mia età, più o meno (23 anni) che sembrava esser riuscito a fare il colpo grosso, a fare un po’ quello che tutti gli sbarbatelli ventenni vorrebbero fare: frequentare una bella Milfona.

Si diceva che era una bella donna, sulla quarantina con una figlia. Comunque potete benissimo immaginare le reazioni di tutti: da un primo momento stupore, si passa alle pacche sulla schiena, i sorrisi compiaciuti, i cori di incitamento.

I motivi che portano a relazioni di questo tipo possono essere i più svariati: magari sei la persona più interessante che abbia conosciuto; magari è perché sei un bel ragazzo; magari questa donna cerca solo qualcuno con cui divertirsi e tu sei stato il primo che le è capitato sotto mano. E tu stai con lei magari perché fa figo; magari perché ti fa i regali; magari perché sei annoiato.

O magari vi piacete. O magari vi amate.

Insomma le stesse dinamiche che possono accadere a tutte le coppie del mondo, delle stessa età o con età diverse, omosessuali o etero sessuali, con la stessa nazionalità o meno.

Una volta che siano tutelati, com’è sacro santo che sia, eventuali figli, ha davvero tutta questa importanza l’età?

Secondo il mio modesto parere è solo una questione di abitudini. Siamo abituati a pensare che questo sia normale e quello no; che quello sia giusto e quello no. Ma cosa c’è di anormale e di sbagliato in due persone che si piacciono e vogliono passare del tempo assieme? 

Per secoli e secoli giovani ragazze, spesso ancora bambine, venivano date in spose a uomini ben più grandi di loro. E questo era normale e giusto per le famiglie e la società dell’epoca. Non voglio certo dire che questo sia un comportamento corretto oggi, perché i bambini hanno il diritto di crescere in serenità e di passare una giovinezza spensierata.

Ma una volta raggiunta la maggior età non si è forse liberi di fare le proprie scelte?

Forse giusto e normale non sono assoluti, non sono per sempre.

 

P.S.

E se succedesse a una ragazza di frequentare un uomo più grande di lei?  Secondo voi qualcuno le darebbe pacche sulla schiena o sguardi d’ammirazione? 

 

Saluti S.